Non è certo un mistero: il passaparola sui social network e le recensioni sul web sono ormai il modo migliore per far conoscere il proprio locale e trasformarlo in un punto di riferimento di grande tendenza.
Per questo motivo l’impiattamento e la presentazione dei cibi diventano fattori fondamentali: ideare ricette non solo gustose ma anche “fotogeniche” può rivelarsi davvero un’arma vincente.

Se aspirate ad attirare una clientela giovane, tra i vostri dessert non possono sicuramente mancare i freakshakes! Questi coloratissimi ed eccentrici frappé sono nati in Australia ma hanno già conquistato tutto il mondo. Provare per credere!

Una trovata di marketing

Non a caso il freakshake è nato proprio come un’operazione di marketing ideata da una pasticceria australiana. L’idea di base era semplice ma geniale: creare un dessert così particolare che i clienti non potessero fare a meno di fotografarlo per poi postare l’immagine sulle proprie pagine social. Un tentativo decisamente riuscito, tanto da portare migliaia di locali in tutto il mondo a imitarlo.

Parola d’ordine: esagerare!

Se puntate su un menù attento alla linea, i freakshake non fanno al caso vostro: come suggerisce già il nome, infatti, si tratta di milkshake stravaganti e quasi “mostruosi” (freak significa appunto “eccentrico”), in cui la decorazione assume un ruolo da protagonista ed è meglio non pensare al calcolo delle calorie.

Un peccato di gola ma anche una gioia per gli occhi grazie a caotiche montagne di biscotti, fette di torta, panna, cioccolato, paste e creme colorate che fuoriescono dal vasetto.
Inutile dire che, prima di assaggiare, è d’obbligo postare una foto su Instagram… tutta pubblicità gratuita per il tuo locale!


Le regole base per un perfetto freakshake

I freakshake sono un po’ gli eredi delle vecchie coppe “mangia e bevi”. Per prepararne uno devi abbandonare ogni preconcetto e resistere alla tentazione di creare una composizione ordinata: procurati un vasetto di vetro abbastanza capiente o un boccale da birra e versa al suo interno un classico frappé di base, per poi arricchirlo con strati e strati delle più svariate golosità. Puoi aggiungere creme e salse, caramello, panna, cereali, biscotti, cioccolatini, caramelle, bocconcini di torta e tutto ciò che la fantasia ti suggerisce. Ma attenzione, il risultato finale dovrà essere rigorosamente esagerato e coloratissimo!

Un dolce che ci riporta all’infanzia

Il successo dei freakshake è probabilmente dovuto alla loro capacità di far tornare tutti un po’ bambini, come quando da piccoli sognavamo di abbuffarci con montagne di dolci senza nessun senso di colpa. Inoltre si tratta di un dessert da condividere con gli amici, dato che è davvero difficile mangiare da soli questa bomba di zuccheri.

Il cibo è prima di tutto gioia, come sa bene chiunque lavori nel settore della ristorazione.
Perché quindi non puntare proprio sul freakshake, un dessert che nasce come un inno alla gioia, al colore e alla golosità?
Con un po’ di fantasia e i giusti ingredienti questo bizzarro frappé potrebbe addirittura diventare il piatto di punta del tuo locale, soprattutto per i clienti più giovani e attenti alle ultime tendenze. Non ti resta che provare!

Valerio Gestri