Un graditissimo regalo della natura, il miele è da millenni utilizzato in cucina come elemento dolcificante. E’ un ingrediente dalle molteplici qualità, nutritive e curative. Biologico, raffinato o integrale, i consumatori sono sempre più attenti alla qualità e alle tipologie di miele impiegate nella preparazione dei piatti.

Un lungo processo di lavorazione per un risultato eccellente
miele 3 produzioneIl miele è il prodotto della trasformazione effettuata dalle api di nettare e melata. La lavorazione dell’uomo inizia alla fine delle fioriture, dopo che le api hanno immagazzinato il miele nelle arnie. Dopo aver stoccato i melari, verificata l’umidità e tolto lo strato di cera che protegge il miele, quest’ultimo viene fatto colare, filtrato e messo a decantare nel maturatore, per togliere ogni bolla d’aria inglobata nei processi precedenti. Quando torna limpido, vine poi invasettato e stoccato. E’ un alimento ad altissima conservazione, ma bisogna fare attenzione all’umidità, che ne favorisce la fermentazione, alla luce e al calore poichè la temperatura influisce sull’aroma e sui principi nutritivi; la temperatura ottimale è al di sotto dei 10°. Va conservato poi in barattoli ermetici, poichè tende ad assorbire l’umidità e gli odori dell’ambiente.

Il miele in Italia
miele tipologieIl miele è un prodotto di eccellenza italiano, dovuto alla varietà e ricchezze di specie vegetali uniche al mondo e al paziente e appassionato lavoro degli apicoltori. Dai più noti mieli di millefiori, acacia, agrumi e castagno fino al più raro miele di rosmarino o di lavanda, sono circa quaranta le varietà prodotte in Italia.
E’ un alimento composto da zuccheri semplici, che lo rendono facilmente digeribile, e contiene enzimi, vitamine, sostanze oligominerali e antibiotiche. Ha innumerevoli benefici, tra cui decongestionante, antianemico, disintossicante, fissatore del calcio e del magnesio, per questo sempre più consumatori riscoprono questo antico ingrediente in sostituzione degli zuccheri più raffinati!

Utilizziamo il miele in modo creativo e innovativo nei nostri menu
E’ l’ingrediente ideale per aggiungere una nota di aroma e dolcezza a ogni tipo di piatto, anche quelli salati.
Non soltanto dolci e bevande, ma anche piatti a base di carne possono ricavare gusto e carattere dal miele. A partire dagli antipasti, oltre al classico tagliere di formaggi locali in abbinamento a miele e marmellate, si può utilizzare il miele spalmato su crostini di pane e con aggiunta di olive o fichi a fettine, oppure si ricopre un tomino con miele e noci e lo si scalda velocemente in forno. Per un menu estivo, si può proporre degli spiedini di verdura e formaggio con glassatura o colata di miele.

Potrete inserire nei vostri menu dei secondi piatti di carne originali, come ad esempio le costolette di agnello con patate e miele, utilizzato per creare una gustosa salsa di accompagnamento. Anche i volatili o il pollame si sposano bene con questo ingrediente: pensiamo ad esempio ad un piatto a base di bocconcini di pollo, con il miele per esaltare la morbidezza della carne e dare retrogusto dolce alla portata. Potete aggiungere ai vostri menu anche degli arrosti, ad esempio di maiale, laccati al miele, invitanti sia per gli occhi che per il gusto.

Per stupire e deliziare il palato dei vostri clienti, perchè non abbinare il miele a piatti di pesce! Mazzancolle col lime saltate nel miele, salmone spennellato di salsa al miele e senape, coperto di pangrattato e cotto al forno, e perchè no, un filetto di pesce in crosta dolce, ricoperto di salsa al miele e senape con aggiunta di frutta secca, come mandorle o noci, e anche bocconcini di pesce spada con menta e miele. Per un piatto gustoso e dai sapori orientali, provate una frittura di gamberoni con mango e salsa di miele piccante, oppure un filetto di salmone con salsa di soia e miele.

Volete sperimentare dei contorni interessanti? Allora via libera alla creatività: fagioli al forno con miele, carote miele e pepe con aggiunta di mandorle, oppure si più fare un contorno di barbabietole e formaggi freschi, con colata di miele come guarnizione. Si possono perfino glassare con il miele diverse verdure e fare una composizione, ad esempio cipolle e carciofi.

Ingrediente principe in moltissimi dolci al cucchiaio o crostate, il miele si può inoltre abbinare alla frutta, per creare un caramello gustoso in cui far insaporire fette di mela, ananas o pere.

Serena Battisti