“Aggiungi un posto a tavola che c’è un amico in più!” Nella nostra epoca, i ritmi di lavoro e di vita nelle grandi città ci costringono sempre più spesso a trascorrere i nostri pasti in solitudine. Per questo, molte persone cercano un modo per trasformare la solita pausa pranzo solitaria in un’occasione per scambiare due chiacchiere.
La soluzione, come al solito, arriva dall’America e sta riscuotendo un grande successo anche in Italia: il tavolo conviviale!

tavolo conviviale

La formula del tavolo conviviale: più siamo, meglio è!

La formula è semplicissima ma geniale: proporre ai tuoi clienti non solo i classici tavoli singoli, ma anche tavolate più grandi da condividere con dei perfetti sconosciuti. Starà a loro poi decidere se e come interagire con i propri commensali improvvisati!

Questa idea sta davvero rivoluzionando il concetto di pausa pranzo nelle nostre città. Infatti, i professionisti si trovano spesso a consumare un pasto solitario in un contesto decisamente alienante, in cui l’unica compagnia è costituita dai social network.

Il tavolo conviviale permette invece di recuperare la dimensione umana del pasto. Si possono stringere nuove amicizie o anche solo di scambiare due chiacchiere sul clima. Sono davvero moltissime le persone che apprezzano la presenza di un tavolo conviviale nel ristorantino a due passi dall’ufficio! È un po’ come tornare ai tempi dell’università, quando tra le tavolate della mensa era incredibilmente facile stringere nuovi legami.

I vantaggi per i ristoratori

L’idea del tavolo conviviale è interessante non solo per i clienti ma anche per i ristoratori. Dai ristoranti di lusso fino alle trattorie, sono moltissimi i tipi di locale che possono trarre beneficio da questa formula innovativa. I motivi sono molteplici:

  • è un ottimo modo per incuriosire i clienti, che potrebbero preferire il tuo locale agli altri proprio per la possibilità di mangiare in compagnia;
  • la gestione dei tavoli diventa più semplice, poiché non è più necessario adattare ogni tavolo al numero di commensali;
  • gli ingombri si riducono al minimo: quattro tavolinetti per una persona occupano decisamente più spazio rispetto a un tavolo conviviale a quattro posti!

tavolo conviviale

Insomma, quella del tavolo conviviale è un’idea originale e a costo zero che puoi sperimentare fin da subito, senza nessun tipo di investimento. Per iniziare, puoi pubblicizzare l’iniziativa con un cartello bene in mostra nel locale e affiancare ai tavoli tradizionali uno o due tavoli conviviali a 4 o 6 posti. In questo caso, avrai una dimensione media che non intimidisce il cliente, ma che favorisce la conversazione tra i commensali. I risultati ti sorprenderanno: il tuo locale potrebbe guadagnare un’intera schiera di nuovi clienti fissi!