Arrivano dal mondo anglosassone dove venivano preparati già nel XIX secolo. Il loro nome deriva proprio dal fatto che l’unità di misura per gli ingredienti necessari alla loro realizzazione fosse la tazza, e venissero cotti nella stessa prima dell’invenzione degli appositi stampi. Stiamo parlando dei cup cakes, le innovative mini torte che stanno diventando un must nel nostro Paese. Realizzate in monoporzione, semplici da gustare o da asportare, si prestano a differenti interpretazioni creative e possono essere una golosissima idea regalo e un piacevole dessert per grandi e piccini. Ideali da esporre nella vetrina della vostra pasticceria, e ottime soluzioni da presentare a fine pasto al ristorante, sono semplici da preparare e offrono la possibilità di sperimentare e creare tipologie per ogni palato.

Gli ingredienti necessari per la creazione di queste golose tortine
cupcake17.630x420Come già accennato, sono di facile e semplice produzione. L’impasto è come quello delle più comuni torte, prevede l’utilizzo di farina, uova, zucchero e burro, a cui possono essere applicate moltissime varianti. La versione originale prevede una glassatura, una farcitura con crema e una decorazione.
Massima libertà e creatività nell’abbinamento!
La glassa di zucchero, la crema al burro, la glassa reale, sono solo alcuni degli esempi. Anche nelle decorazioni si può spaziare: dalle più moderne guarnizioni in zucchero colorato o cioccolato plastico alla più classica ciliegia: in quest’ultima variante corrisponde al tradizionale pasticcino siciliano chiamato “sospiro”. Se il periodo è festivo o si svolge un particolare evento, create delle decorazioni a tema: via libera a fiori buffi coniglietti e nidi di rondine in primavera, a alberi di natale o stelle dorate, zucche e pipistrelli per halloween, immagini del supereroe del momento o anche a perle e accessori per la settimana della moda. La frutta, che si può inserire in ogni parte del cupcake, può essere utilizzata fresca, in forma di confettura, intera, a pezzetti, o in succo per colorare le basi e le glasse.

E per gli “attrezzi” del mestiere…
Anche gli strumenti da utilizzare sono piuttosto semplici: oltre che negli stampi per cupcake, in silicone o antiaderenti, potete tranquillamente infornare i dolci in pirottini di ceramica o di carta da forno, gli stessi utilizzati per i muffin. Vi sarà utile un buca e svuota cupcake, per creare una cavità dove inserire la farcia, la sac à poche per aggiungere la crema o la glassa di superficie, e gli stampini per le varie decorazioni.

Come pasticcino o come goloso dessert a fine pasto… Abbinamenti da assaggiare
Con una base alla vaniglia, potete aggiungere crema pasticcera, oppure una farcia alla frutta, e crema di burro, al mascarpone oppure, per una versione più light, panna. Se scegliete di abbinare un frutto, potete aggiungerlo all’interno del cupcake, per creare un cuore fresco e morbido, e utilizzare il succo per colorare la base o la glassa. Cupcakes al limone e zenzero, tropical con ananas, mango e kiwi, lime e cocco, o i più tradizionali mela e cannella, fragola e lime o frutti di bosco sono i must da offrire ai vostri clienti. E in ultimo ma non meno gustoso il classico red velvet, con la sua base rosso scuro e una guarnizione chiara a contrasto.
Alla base classica può essere abbinato il caffè, per dei particolari cupcakes con glassa al mascarpone, una spolverata di cacao e gocce di cioccolato a guarnire: se servito in una tazzina si ceramica, magari accompagnato con un cucchiaino di cioccolato, sarà un’ottima alternativa all’espresso di fine pasto! Provate ad aggiungere alla base il succo di carota, per ottenere un cupcake sfizioso, guarnito con panna o crema al burro e mandorle. Alla carota potete anche aggiungere il the verde, e una guarnizione di foglie di menta, per una ricetta innovativa e raffinata.
Intramontabile e golosissimo, il cupcake al cioccolato, che può essere utilizzato sia nella base che nella farcia o nella guarnizione, e può abbinarsi a frutti come la fragola, il lampone, il cocco da inserirsi all’interno della base o nella guarnizione stessa. Provate il cupcake foresta nera: base di cioccolato fondente, crema al burro o panna e amarene, o il classico menta e cioccolato. Per i frutti scuri, come i mirtilli o le more, l’ideale è l’utilizzo del cioccolato bianco, per risaltare i colori e ammorbidire l’asprezza del frutto.
E per stupire i vostri clienti, offrite loro dei rainbow cupcakes, che otterrete semplicemente colorando la base alla vaniglia con l’aiuto di coloranti, per un dolcetto scenografico e indimenticabile.

Serena Battisti