Home / Tendenze  / Posate biodegradabili: le posate in bambù per conciliare qualità e design

Posate biodegradabili: le posate in bambù per conciliare qualità e design

Qualità, design, biodegradabilità e tanto altro. Scopriamo in che modo posate e bicchieri in bambù dal design accattivante e amiche dell’ambiente possono essere utili nella ristorazione professionale.

Chi vuole emergere nel mercato sempre più competitivo della ristorazione sa bene di doversi distinguere per qualità e originalità. In questo senso si spiega il crescente successo della cosiddetta Design experience, ovvero il design associato ad attrezzature ristorazione di qualità che può essere declinata in mille modi diversi, dalla classica trattoria fino al take-away. Una delle idee vincenti sembra essere quella di posate biodegradabili, nella fattispecie, posate e bicchieri in bambù dal design accattivante e, ovviamente, amiche dell’ambiente.

attrezzature ristorazione

Posate biodegradabili | Quando il design incontra la praticità

Sarebbe un errore credere che la Design experience sia qualcosa che interessi solo all’alta ristorazione e quindi a locali di lusso destinati a una clientela di un certo tipo. Non occorrono dei grandi investimenti per applicare soluzioni intelligenti e creative e connotare in modo indimenticabile il proprio locale. Anzi, sono soprattutto i take-away e i food track a poter avere un valore aggiunto nella ricerca del miglior design.

Un esempio pratico? Sono sempre di più i ristoratori da strada che utilizzano posate e piatti in bambù dal design curato e biodegradabili. Si tratta di contenitori di alta qualità in grado di conservare la freschezza delle pietanze appena cucinate e di dare quel tocco di originalità in più utile a fare la differenza. Non solo bambù comunque, i contenitori da asporto possono essere realizzati anche in plastica rigida o in cellulosa o in legno.

attrezzature ristorazione

Posate biodegradabili | Bambù e asporto: un connubio vincente

La ristorazione da asporto si sta ritagliando spazi e attenzioni crescenti anche perché nel mondo contemporaneo si ha sempre meno tempo per cucinare. Al posto delle anonime posate di plastica o di banali piatti di carta da supermercato, si possono utilizzare posate e piatti in bambù rigorosamente eco-friendly e far  così godere alla clientela di una Design experience indimenticabile. La clientela apprezzerà non poco la scelta di differenziarsi in modo intelligente e utile e di ricevere contenitori robusti e dal design elegante. Il bambù per crescere ha bisogno di pochissima acqua ed è biodegradabile al 100%. Inoltre, le posate di bambù possono essere lavate e riutilizzate per via della loro superficie liscia che le rende particolarmente facili da pulire.

Take-away e catering diversi dal solito 

Molti Take-away puntano giustamente molte risorse e attenzioni sulla qualità del cibo. Si tratta di una scelta giusta e comprensibile ma non è sufficiente. Basta farsi un giro nelle grandi città per vedere che ormai ci sono decine di take-away di qualità e altamente specializzati. Le posate in bambù sono altamente personalizzabili, dal design ricercato e molto versatili. Negli ultimi tempi vengono sempre più utilizzate anche in servizi di catering e sono soprattutto i ristoranti bio e a chilometro zero a farne largo uso. Utilizzare posate in bambù darà anche al più piccolo take-away la possibilità di comunicare una immediata naturalezza ai potenziali clienti.

 

attrezzature ristorazione

E se sono i prezzi a spaventare, non abbiate paura. Le posate in bambù di alta qualità e dal design accattivante infatti,  costano tra i 3 e i 5 centesimi. Potrebbe forse sembrare una spesa eccessiva ma si tratterebbe di un investimento in Design experience in grado di dare un ritorno elevato in termini di immagine e posizionamento.