Anche un’attività strettamente legata al rapporto diretto con il cliente, come un ristorante o un bar, può ricevere un notevole aiuto dai nuovi strumenti che il web mette a disposizione. Probabilmente la tua attività ha già un sito internet e magari anche dei profili sui social network, ma hai mai pensato ad aggiungere un servizio di newsletter? Ecco alcuni consigli per sfruttare al meglio questo straordinario strumento di marketing per migliorare la reputazione (e i guadagni!) del tuo locale.

Che cos’è una campagna newsletter?

Le newsletter sono degli aggiornamenti periodici che puoi inviare tramite email a una lista di clienti per tenerli informati sull’attività del tuo locale e invogliarli a fargli di nuovo visita.

La forza di questo strumento risiede nel fatto che il messaggio viene percepito come personale, a differenza di un post sui social network che viene rivolto a un pubblico generico. È proprio questa caratteristica a rendere il messaggio degno di attenzione agli occhi del cliente, che si sente in un certo senso “coccolato” e lusingato da questa attenzione personale. Tutto ciò, ovviamente, funziona solo a patto di riuscire a raggiungere un target di clientela adeguato al messaggio, selezionando con cura la propria mailing list. Niente paura: ti spiegheremo tra poco come creare la tua lista di contatti!

Newsletter fai da te: conviene?

La newsletter, quindi, è un ottimo modo per migliorare la reputazione di un ristorante e al tempo stesso richiede un investimento minimo. Nonostante esistano dei software gratuiti che permettono di personalizzare la propria newsletter, la cosa migliore è affidarsi a dei professionisti che sapranno ottimizzare non solo i contenuti ma anche la veste grafica del messaggio in modo da renderlo accattivante e immediatamente riconoscibile. Non sottovalutare questo passaggio: scegliere un layout che ti contraddistingua senza risultare troppo “carico” e mantenerlo invariato nel tempo è un’arma vincente per massimizzare gli effetti della newsletter.

Il primo step: creare la mailing list

Se hai deciso di intraprendere una campagna newsletter per il tuo locale la prima cosa da fare è creare una mailing list, cioè una lista di clienti a cui inviare le email. Il modo più semplice per ottenerla consiste nel chiedere di persona ai tuoi clienti il loro indirizzo. L’importante è farlo nel modo corretto, facendo firmare un modulo di consenso al trattamento dei dati personali e all’invio di newsletter con contenuti commerciali (in base all’articolo 130 del Codice della Privacy e alla direttiva 2002/58/CE del Parlamento Europeo). Potresti proporre questo modulo insieme alla cartellina del conto, così che il cliente non si senta forzato a firmare o infastidito.

Il secondo step: studiare i contenuti

A questo punto non ti resta che ideare i contenuti. Che cosa potrebbe suscitare l’interesse dei tuoi clienti? Magari una cena a tema, un nuovo piatto inserito sulla carta, il rinnovo dell’arredo del locale oppure i menù fissi proposti per le festività. Ogni tanto puoi anche inserire dei contenuti più generici, come degli approfondimenti su un ingrediente e le sue proprietà nutritive. L’importante è fare sentire il cliente come se fosse il destinatario di un segreto esclusivo, riservato solo a pochi intimi… è proprio questo il punto di forza delle newsletter!
Infine ricorda di inserire sempre la posizione del tuo locale e tutti i contatti necessari per prenotare; meglio ancora un link diretto al form di contatto del tuo sito, che permetterà al cliente di prenotare a qualsiasi ora e senza attese.


Frequenza delle newsletter: la giusta via di mezzo

Probabilmente a questo punto ti starai chiedendo con quale frequenza dovresti inviare le tue newsletter. Dipende! L’importante è non esagerare: c’è sempre il rischio di infastidire il cliente, tutto il contrario dell’effetto che cerchiamo di ottenere. Anche newsletter troppo distanziate tra loro, tuttavia, potrebbero essere controproducenti: non vogliamo che la gente si dimentichi del nostro locale! Una mail al mese, per esempio, potrebbe essere un buon compromesso.

Insomma, le newsletter sono un ottimo mezzo di fidelizzazione del cliente, a patto che siano ben fatte! Le parole d’ordine sono costanza e qualità dei contenuti: con questi semplici ingredienti e un po’ di pazienza la reputazione del tuo locale salirà sicuramente. Perché non provare?
Valerio Gestri