Home / Normative  / Attrezzature ristorazione in Plastica. Cosa cambia con la normativa europea del 2021

Attrezzature ristorazione in Plastica. Cosa cambia con la normativa europea del 2021

Attrezzature ristorazione in plastica Il mondo della ristorazione dovrà presto adeguarsi Nel 2021 entrerà in vigore la normativa europea che sancirà il divieto al consumo nell’UE di prodotti di plastica usa e getta come posate, piatti, bicchieri,

Attrezzature ristorazione in plastica

Il mondo della ristorazione dovrà presto adeguarsi

Nel 2021 entrerà in vigore la normativa europea che sancirà il divieto al consumo nell’UE di prodotti di plastica usa e getta come posate, piatti, bicchieri, cannucce, bastoncini cotonati, miscelatori per bevande e così via.
Lo smodato consumo di palstica sta impattando negativamente sulla salute del pianeta e l’Ue ha deciso di prendere provvedimenti.

Attrezzature ristorazione | Addio plastica monouso

Il divieto condizionerà la vita quotidiana delle attività ristorative che dovranno giocoforza mettersi a norma per non incorrere in severe sanzioni.
L’elenco delle materie plastiche vietate è stato inoltre allargato anche ai contenitori in polistirolo espanso per fast-food e agli articoli di plastica ossi-degradabili come gli imballaggi e i sacchetti di plastica del supermercato.
I ristoratori dell’Unione Europea dovranno quindi sostituire i prodotti di plastica, dalle forchette fino ai bicchieri per mettersi a norma, il che significa munirsi di strumentazioni in materiali idonei.

Dal momento che non manca molto al 2021 il consiglio per bar, ristoranti, pizzerie, ma anche catering, discoteche e mense, è quello di iniziare a provvedere per tempo alla sostituzione dei prodotti in plastica.

Attrezzature ristorazione | Soluzioni alternative low cost alla plastica

Piaccia o meno, bisognerà adeguarsi alla normativa. Bisognerà scegliere piatti, bicchieri e posate per la ristorazione in materiali alternativi, quali la polpa di cellulosa, materiale con il quale si realizzano alcune tipologie di bicchieri.
Per l’asporto si potrebbero utilizzare piatti e contenitori in P.L.A.,  una famiglia di biopolimeri derivanti da amido di mais che sono biodegradabili al 100% e compostabili. Questi prodotti resistono a una temperatura massima di 45°e sono trasparenti.

Molto richiesti sono anche tutti i prodotti in legno e bambù per alimenti. I ristoratori possono scegliere tra una vasta gamma di vassoi, ciotole, posate e contenitori di diverse dimensioni. Le posate in bambù sono anche garanzia di attenzione al design e sono completamente biodegradabili.

Attrezzature ristorazione | Posate e bicchieri bio

Un’alternativa ecologica e sostenibile a piatti, stoviglie e bicchieri di plastica usa e getta, è quella della carta.
Esistono poi bicchieri e piatti compostabili che si disintegrano in meno di 3 mesi trasformandosi in concime compost.
Tra le varie opzioni, non dimentichiamo i piatti edibili, per un’offerta ristorativa originale e all’avanguardia.
Per quanto esse siano ottime soluzioni sostenibili, nell’ottica della ristorazione forse sarebbe meglio puntare su posate, piatti e bicchieri durevoli e curati nel design.
L’ideale sarebbe prendere la normativa 2021 come una occasione per rinnovare le attrezzature con materiali durevoli. In particolare bar e attività ristorative potrebbero valutare l’acquisto di bicchieri infrangibili, disponibili a prezzi vantaggiosi.