Home / Tendenze  / Tendenze sul cibo  / IL MIRTILLO E LE SUE PROPRIETA’: UN BENEFICIO SALUTARE IN CUCINA

IL MIRTILLO E LE SUE PROPRIETA’: UN BENEFICIO SALUTARE IN CUCINA

Il mirtillo (Vaccinium Myrtillus) è una pianta appartenente alla famiglia delle Ericacee. Grazie alle sue proprietà antiossidanti, antinfiammatorie e vasodilatatorie, aiuta nella cura dei disturbi del sistema cardiocircolatorio. Scopriamolo meglio. I mirtilli sono frutti originari soprattutto

Il mirtillo (Vaccinium Myrtillus) è una pianta appartenente alla famiglia delle Ericacee. Grazie alle sue proprietà antiossidanti, antinfiammatorie e vasodilatatorie, aiuta nella cura dei disturbi del sistema cardiocircolatorio. Scopriamolo meglio.

I mirtilli sono frutti originari soprattutto di paesi a clima temperato e freddo come il Nord America e il Nord Europa ma esistono delle specie originarie delle Hawaii e Madagascar.
Ricchi di sostanze benefiche, sono poco calorici e ricchi di vitamine e minerali, in particolare acido citrico che svolge una funzione protettiva per le cellule, vitamina A benefica per la vista, per la pelle e per la struttura ossea, vitamina C per rafforzare le difese immunitarie e migliorare la circolazione, i tannini ad effetto depurativo benefico per il fegato e per la digestione, mirtillina e antocianine per rigenerare i tessuti e rafforzare le pareti dello stomaco per combattere la gastrite.
100 gr di mirtilli contengono 57 calorie, sono costituiti al 93% da carboidrati con un apporto proteico quasi del 5% e un 2% di grassi, è un frutto buono e poco calorico che può essere inserito anche nelle diete ipocaloriche.

Le specie più conosciute di mirtillo sono:
• IL MIRTILLO NERO: I frutti maturano in luglio-agosto e in Italia è presente soltanto al Nord e sulle zone montuose del Centro. Il mirtillo nero ha proprietà benefiche per la vista e per la circolazione grazie all’azione della vitamina A e degli antociani, sostanze che rafforzano le pareti dei capillari; rafforza inoltre le pareti dello stomaco proteggendolo dalle ulcere gastriche
• IL MIRTILLO ROSSO: A questa specie si riconoscono proprietà benefiche per le vie urinarie grazie alla presenza di arbutina ad effetto diuretico e disinfettante e inoltre se ne fa largo uso nell’industria cosmetica per l’alto contenuto di tannini che gli conferiscono un notevole potere antiossidante.
• IL MIRTILLO BLU: Questa è forse la specie di mirtillo più conosciuta e viene spesso impiegato per curare alcuni stati infiammatori; pare contenere sostanze ad effetto antitumorale come antocianine, flavonoidi e tannini che inibiscono parzialmente le fasi di sviluppo delle cellule tumorali.

BENEFICI PER LA SALUTE:
• CIRCOLAZIONE: L’assunzione di mirtillo nero aiuta a migliorare la circolazione grazie ad un’alta percentuale di antociani che agisce contro la vasodilatazione e l’agglomerarsi delle piastrine, permettendo al sangue di fluire liberamente. Queste stesse sostanze aiutano a tenere sotto controllo la pressione sanguigna prevenendo i rischi legati alla pressione alta che è la prima causa di malattie cardiovascolari.
• CUORE: Il mirtillo nero, oltre ad agire su una migliore circolazione sanguigna fortifica il muscolo cardiaco, agendo in modo benefico sia a livello cardiaco che vascolare, svolgendo una funzione di prevenzione di eventuali problemi. I mirtilli aiutano anche ad abbassare i trigliceridi e contengono una sostanza nota col nome di pterostilbene, un antiossidante che agisce sulle cellule proposte allo smaltimento dei grassi e del colesterolo che se raggiunge livelli troppo alti comporta seri rischi per la circolazione e per il cuore.
• CISTITE: Il mirtillo rosso è un ottimo antibiotico naturale e disinfettante delle vie urinarie, la sua assunzione inibisce l’attaccamento dei germi alle pareti della vescica prevenendo cistiti, uretriti e candida ed eventualmente velocizzandone la guarigione. Il merito è ancora una volta degli antociani che lavorano in sinergia con i flovonoidi e l’acido citrico e malico che acidificano le urine ed hanno effetto antibatterico, disinfettante e di prevenzione contro l’insorgere di infezioni urinarie.
• ALLERGIE: L’assunzione costante e continuativa del mirtillo aiuta a controllare gli spiacevoli effetti delle allergie stagionali.
• DIABETE: Il mirtillo contiene sostanze che abbassano la glicemia, la mirtillina, che si trova nel mirtillo nero e il cromo che è importante perché tra i responsabili di un buon metabolismo del glucosio, entrambe utili per tenere sotto controllo forme di diabete non gravi.
• ANEMIA: Questi frutti sono ricchi di ferro e studi recenti dimostrano che l’assunzione costante di mirtillo rosso ne favorisce l’assorbimento dai cibi che migliorano la situazione in casi di anemia.
• TUMORI: Il mirtillo contiene la quercetina, un flavonoide ad azione protettiva contro le malattie tumorali e coronariche che svolge l’azione di ostacolarne l’insorgenza.
• MEMORIA: Alcune recenti ricerche hanno dimostrato che l’assunzione costante del mirtillo è un ottimo aiuto per la memoria, soprattutto con carenze relative all’avanzare dell’età.
• RAFFREDDORE: L’azione antinfiammatoria dei mirtilli è molto utile nel combattere stati influenzali e prevenire il raffreddore.

CROSTATA RICOTTA E MIRTILLI

crostata ricotta e mirtilli

INGREDIENTI
Per la frolla:
• 250 gr di farina 00
• 1 uovo intero + 1 rosso
• 100 gr di burro
• 90 gr di zucchero a velo
• Una puntina di lievito
• Un pizzico di sale
• 1 bustina di vanillina

Per il ripieno:
• 300 gr di ricotta
• 2 vasetti di yogurt alla vaniglia
• 1 uovo
• 3 cucchiai di zucchero
• 250 gr di mirtilli freschi (quantità da decidere a seconda dei gusti)

PROCEDIMENTO:
Preparare la frolla: lavorare tutti gli ingredienti fico ad ottenere un panetto liscio ed omogeneo, avvolgere nella pellicola e lasciar riposare in frigo mezz’ora circa.
Preparare il ripieno: lavorare insieme gli ingredienti fino ad ottenere una crema.
Rivestire con la frolla uno stampo da crostata e versare dentro il composto di ricotta.
Infornare a 180° per 40 minuti circa.
Decorare a piacere con altri mirtilli freschi, oppure scaldare in un pentolino un po’ di marmellata di mirtilli e stenderla sulla superficie della crostata.

Chiara Vitale
Pasticcera Professionista
Follow me on Facebook and Instagram