Home / Tendenze  / Tendenze sul cibo  / TENDENZE SUL CIBO: DAL MONDO VEGANO LE BEVANDE VEGETALI. Quali scegliere e come utilizzarle in cucina

TENDENZE SUL CIBO: DAL MONDO VEGANO LE BEVANDE VEGETALI. Quali scegliere e come utilizzarle in cucina

Di avena: la più povera di grassi e fibre; di riso: la più dolce; di grano, di soia: la più nota o arachidi, ma anche di mandorle noci e nocciole

Di avena: la più povera di grassi e fibre; di riso: la più dolce; di grano, di soia: la più nota o arachidi, ma anche di mandorle noci e nocciole…Le bevande vegetali negli ultimi anni hanno conosciuto un vero boom.

bevande-vegetaliSempre più consumatori le preferiscono come sostitute del latte. Se ne è parlato in maniera approfondita anche al Vegan Days di Padova, dal 29 Ottobre al 1 Novembre, in occasione di Tuttinfiera, la vivace, coloratissima e sempre seguitissima Fiera dedicata al mondo delle passioni. Quest’anno, in occasione della Kermesse, il mondo vegan ha avuto un padiglione intero dedicato che ha visto susseguirsi interessanti momenti di confronto attorno ai temi fondamentali della scelta vegana.

Ma torniamo a noi…E’ davvero possibile comparare una bevanda al “latte di avena” con il latte vero e proprio?
Le virgolette inserite per accompagnare l’espressione “latte di avena”, non sono state messe per pura creatività dello scrittore. Le bevande sostitutrici di latte non contengono latte. Si tratta infatti di un mix di acqua e cereali, di acqua e oleaginose o di acqua e leguminose. Diventa quindi più corretto chiamarle bevande vegetali.

Ma quali sono le loro proprietà?
Le bevande vegetali sono prive di colesterolo, di lattosio e di caseina, ma ricche di Vitamina A, B, C ed E. Contengono inoltre sali minerali come clcio, potassio, magnesio, fosforo, ecc. e acidi grassi buoni.

Le bevande vegetali in cucina.
Le bevande vegetali sono spesso utilizzate per colazione, ma possono essere impiegate come alternative al latte vaccino nella preparazione di cibi e di dolci, in modo da poter dare spazio alla vostra creatività e alla vostra arte culinaria e offrire un piatto particolare e curioso che attirerà i vostri clienti, specialmenet quelli più attenti ai regimi alimentari vegani e vegetariani e alle variazioni in cucina.
Tornando alle bevande vegetali, è meglio preferire quelle certificate biologiche. Le bevande addizionate con calcio, vitamina D e vitamina B12 possono essere utili in casi di dieta con limitato apporto di questi principi nutritivi. Anche l’eventuale presenza di grassi aggiunti va valutata, così come è preferibile scegliere quelle bevande a basso contenuto di sodio.