25 cantine e 40 etichette all’Enoteca Bollicine di Pescara il 30 marzo un evento imperdibile per conoscere l’eccellenza enologica abruzzese

Venticinque cantine per un solo grande vino, il Colline Teramane.

Un’occasione unica per degustare le declinazioni territoriali del teramano della prima ed unica denominazione di origine controllata e garantita dell’Abruzzo.
Sono tanti i soci del Consorzio di Tutela Colline Teramane Docg presenti ai banchi d’assaggio nella degustazione-evento di giovedì 30 marzo, alle ore 18 nella bella cornice dell’Enoteca Bollicine, in pieno centro a Pescara, meta di riguardo per gli appassionati di vino diretta da Luca Panunzio, curatore per l’Abruzzo della guida Vitae dell’Associazione Italiana Sommelier e vicepresidente regionale della stessa AIS. Un momento di riunione e condivisione per i produttori teramani che, tra un assaggio e l’altro, racconteranno al pubblico il loro vino, la loro azienda, la peculiarità territoriale della porzione di Colline Teramane in cui si dedicano con passione alla vitivinicoltura, ciascuno con la propria espressione enologica ma tutti legati dal comune denominatore di qualità, tipicità e unicità della Docg teramana.
Il Colline Teramane – la denominazione d’eccellenza del Montepulciano d’Abruzzo – un vino legato indissolubilmente al proprio territorio di produzione (è l’unico disciplinare ad imporre l’imbottigliamento nella zona di produzione per un Montepulciano d’Abruzzo) sarà presentato anche nella tipologia Riserva.
Più di 40 etichette di diverse annate dal 2006 al 2015 in rappresentanza delle tante facce di un solo diamante territoriale, le Colline Teramane, tra cantine che hanno fatto la storia del vino in Abruzzo e non solo ed altre, più giovani, che stanno segnando la contemporaneità del nostro panorama vitivinicolo.
ecco i loro nomi: Anfra, Ausonia, Barba, Barone Cornacchia, Camillo Montori, Cantina Colonnella, Cantina Strappelli, Centorame, De Angelis Corvi, Emidio Pepe, Fratelli Biagi, Fattoria Nicodemi, Iluminati, La Quercia, Lepore, Masciarelli – Valori, Monti, Orlandi Contucci Ponno, San Lorenzo Vini, Tenute Barone di Valforte, Tenuta Cerulli Spinozzi, Tenuta Terraviva, Torri Cantine, Vaddinelli, Vini Fantini.

Molti dei vini in degustazione sono stati premiati di recente da importanti guide e concorsi internazionali, ottenendo riconoscimenti che confermano la grande fama di cui gode questa esclusiva denominazione.
i
primi a crederci sono proprio i produttori teramani, sempre più concentrati sulla vinificazione di Colline Teramane Docg, che hanno fatto registrare un incremento di produzione del +13%, stando agli ultimi dati di confronto 2015-2016, con un trend di crescita che continua a risultare più che positivo.
Saranno proprio loro a raccontare, con un vino, la loro storia, il Colline Teramane Docg, passato, presente e futuro della vitivinicoltura d’eccellenza in Abruzzo.