Home / Tendenze  / Tendenze sul cibo  / CARTA DELLE ACQUE e IDROSOMMELIER

CARTA DELLE ACQUE e IDROSOMMELIER

E' comune pensare che l'acqua minerale che si trova in commercio sia più o meno tutta uguale, come è comune bere quasi sempre la stessa acqua, quella che ci piace di più. Mangiamo cose diverse, scegliamo

E’ comune pensare che l’acqua minerale che si trova in commercio sia più o meno tutta uguale, come è comune bere quasi sempre la stessa acqua, quella che ci piace di più.
Mangiamo cose diverse, scegliamo i vini più adatti ad accompagnare i nostri piatti, ma raramente pensiamo a quale acqua scegliere con diversi cibi. Per quanto sia l’alimento costante in ogni pasto è purtroppo anche quello più dato per scontato e sottovalutato dai consumatori che hanno il privilegio di averne libero accesso, e mentre tutti ormai sappiamo quanto l’acqua faccia bene, è ancora poco diffusa la conoscenza sulle caratteristiche dell’acqua minerale nelle sue tante varietà e possibilità di abbinamento con i cibi.

acqua

Questa poca consapevolezza rispetto all’acqua minerale che compriamo ha costruito negli anni una tendenza all’acquisto che si basa principalmente sul prezzo, la popolarità del marchio o, raramente, il design della bottiglia, mentre nella ristorazione si riflette principalmente in una scelta limitata ad acqua liscia o gassata per accompagnare i cibi scelti.

Ovviamente l’acqua non è affatto tutta uguale e come il vino a seconda della sua composizione organolettica assume diverse caratteristiche, diversi sapori e strutture che determinano, esaltano e ottimizzano il gusto di ogni piatto.

Al fine di diffondere la cultura del’acqua minerale e aiutare il consumatore ad essere consapevole di ciò che beve, nel 2002 nasce ADAM – Associazione Degustatori Acque Minerali – che da oltre un decennio si dedica alla valorizzazione delle acque minerali come parte integrante del patrimonio enogastronomico italiano, fornendo sia al consumatore che all’operatore una corretta informazione sulle acque in commercio, attraverso conferenze, eventi e corsi di formazione professionale.

acqua 2Per aiutare il consumatore ad orientarsi tra le specificità delle diverse acque minerali, ADAM ha creato una CARTA DELLE ACQUE MINERALI scaricabile gratuitamente, che fornisce gli strumenti basilari per la lettura delle etichette al fine di saper scegliere l’acqua più adatta alle proprie esigenze gastronomiche e di gusto.

Frutto di un lungo lavoro di ricerca svolto da un team di chef, sommelier, geologi, chimici e nutrizionisti la Carta propone una selezione di acque minerali di qualità certificata, rigorosamente abbinate per affinità e alchimie a specifici cibi e sapori, offrendo un quadro di riferimento chiaro e comprensibile per i non addetti ai lavori, oltre ad essere un valido complemento alla carta dei vini nei ristoranti.

LA FIGURA DELL’IDROSOMMELIER

Tecniche-di-degustazione-acqua-mineraleL’associazione opera anche nel settore della formazione proponendo annualmente corsi di qualificazione per idrosommelier, l’esperto di acque in grado di consigliare l’acqua con la perfetta mineralizzazione, residuo fisso e consistenza da abbinare al piatto e al vino prescelto.

Il corso prevede 3 livelli al termine dei quali viene rilasciato un attestato di qualificazione, ed è rivolto soprattutto agli operatori della ristorazione che mirano ad ampliare gli esperti di eccellenza nei loro ristoranti.

La figura dell’idrosommelier non esclude quella del tradizionale sommelier, rappresenta invece una professionalità complementare al fine di offrire il massimo dell’ esperienza gastronomica ai propri clienti e che completa l’attenzione alla cultura di ogni elemento dell’esperienza culinaria che si offre. Poiché è figura professionale nuova e di nicchia è ancora raro trovare idrosommelier nella maggior parte dei ristoranti, considerando che sono pochi quelli che possono permettersi un master sommelier per il vino, ma stando ai dati di ADAM e all’ incremento graduale negli anni dei loro corsi, è una competenza sempre più richiesta che mira ad avere la stessa diffusione che ha quella del del sommelier dei migliori ristoranti per il vino.

LA RISPOSTA DELL’INDUSTRIA INTERNAZIONALE ALLA DIFFUSIONE DELLA CULTURA SULL’ACQUA

L’industria internazionale risponde lentamente ma qualitativamente al meglio al crescente interesse sulla cultura dell’ acqua e, oltre a proporre dei packaging dal design sempre più e ricercato per affermare anche nell’estetica l’unicità di ogni acqua sul mercato, l’apertura di esclusivi waterbar dedicati alla degustazione dell’acqua minerale e particolari cibi, sta lanciando una nuova tendenza nel mondo della degustazione.

Un nuovo concetto di locale dove si possono assaporare le acque provenieti dalle sorgenti di tutto il mondo, e dove l’esperto delle acque o idrosommelier è a disposizione del cliente per illustrare le caratteristiche di ogni bottiglia e i più felici abbinamenti con i vari cibi del menù, così come nei tradizionali wine bar il master sommelier consiglia i clienti per la scelta del vino.

Dopo l’apertura del primo esclusivo Aquabar a Beverly Hills negli USA alla fine degli anni ’80, segue l’Europa con il Chez Colette e il Bar a Bulles di Parigi e Londra, quindi l’Italia dove Giano Chiarici ha aperto nel centro storico di Bologna, Specialità in Vetrina, il primo water bar italiano, e settimo nel mondo, per la degustazione di acque d’eccellenza e specialità gastronomiche. Per chi si trova a Roma invece, merita una visita il tecnologico Acqua Store nella Galleria Centrale della Stazione Termini, che offre oltre 100 etichette dal mondo, e dove è anche possibile scegliere le tipologie d’acqua minerale più adatte alle proprie esigenze grazie un computer che calcola le affinità tra le caratteristiche delle acque e lo stile di vita di ogni consumatore.