Il boccale di birra è il simbolo per eccellenza delle sere spensierate con gli amici. Oggi, tuttavia, non basta più proporre la classica birra industriale: la clientela è sempre più informata e costantemente alla ricerca di prodotti particolari, che uniscano al piacere della convivialità la curiosità di sperimentare qualcosa di nuovo.

Se cerchi delle birre davvero speciali per arricchire il menù delle bevande nel tuo locale, la birra alla frutta si farà sicuramente notare!

Un’antica tradizione

La moda delle birre fruttate di ultima generazione arriva dalle IPA della Svezia ma si sta facendo rapidamente strada anche in Italia, tanto che diversi birrifici nazionali hanno ceduto alla tentazione di aggiungere un tocco fruttato alle loro creazioni. Alcuni esempi? Le birre Montegioco, Toccalmatto, Retorto, Birrificio Italiano, Birra del Borgo e molte altre ancora!

In realtà si tratta di un’idea che affonda le radici in una tradizione ben più antica di quanto si potrebbe pensare. Infatti già in passato in aree come il Belgio si aggiungeva frutta intera nelle botti per aiutare il processo di fermentazione e per donare un aroma insolito. Ma se in origine ci si limitava a ciliegie, uva e frutti di bosco, le ultime tendenze si sono spinte ben più lontano!

Oggi il mercato predilige la birra artigianale con un tocco in più, grazie all’aggiunta di ingredienti inaspettati durante il processo di fermentazione. Via libera quindi alla frutta esotica come il mango e il frutto della passione, sapori senza dubbio ben lontani dall’immagine della classica birreria bavarese.

Un’esplosione di sapore

Le birre alla frutta sono fresche e dissetanti, perfette in estate e solitamente non troppo alcoliche. La birra di base dovrebbe essere chiara ma al tempo stesso corposa, in modo da non perdere corpo con l’aggiunta degli zuccheri della frutta. Per esempio la pale ale può essere un’ottima base per questo tipo di preparazione.

Naturalmente il prodotto deve essere perfettamente bilanciato (un appassionato di birra non berrebbe mai qualcosa che assomigli a un succo di frutta!), ma con il giusto equilibrio può riuscire a far apprezzare la birra anche a chi non è abituato ai sapori forti e cerca qualcosa di sfizioso.

Birra e buon cibo: il binomio perfetto

Spesso, purtroppo, i clienti più inesperti tendono a fare di tutta l’erba un fascio ordinando una birra qualunque. Proporre un abbinamento tra birre fruttate e piatti particolari può trasformare una semplice cena in una degustazione insolita e coinvolgente, che sicuramente sarà un’esperienza interessante per i tuoi clienti e darà una marcia in più al tuo locale.

Insomma, vale davvero la pena di entrare nello straordinario mondo delle birre fruttate esplorando prodotti italiani ed esteri alla ricerca del sapore perfetto da proporre ai tuoi clienti. Un ottimo compromesso tra l’antica tradizione e la moderna ricerca, con risultati tutti da scoprire!

Valerio Gestri