Home / Tendenze  / Tendenze sul cibo  / Aprire una caffetteria: lo specialty coffee, molto più di un semplice caffè!

Aprire una caffetteria: lo specialty coffee, molto più di un semplice caffè!

Nella tradizione italiana il caffè è molto più di una bevanda: è un vero e proprio rito che segna l’inizio della giornata e conclude i pasti principali. Oggi, per di più, i veri appassionati non

Nella tradizione italiana il caffè è molto più di una bevanda: è un vero e proprio rito che segna l’inizio della giornata e conclude i pasti principali. Oggi, per di più, i veri appassionati non si limitano a bere un caffè qualunque! La moda dello specialty coffee, dalla qualità altissima e dal gusto raffinato, sta invadendo una fetta di mercato sempre più ampia. Ecco di cosa si tratta!


Una breve storia dello specialty coffee

Il concetto di specialty coffee è nato oltreoceano, quando una torrefattrice americana nel lontano 1974 lo coniò per indicare dei chicchi speciali. A renderli unici erano la provenienza geografica (che ne influenzava l’aroma), la rigorosa selezione e la sapiente lavorazione.

Questo termine era destinato a farsi strada: nel 1982 nacque la SCAA (Specialty Coffee Association of America). Questa associazione oggi definisce lo specialty coffee come un caffè di prima qualità, lavorato e tostato secondo precisi standard in modo da dare il meglio del suo aroma. Insomma, si tratta di chicchi tracciabili e controllati passo dopo passo dalla pianta alla tazzina.


Aprire una caffetteria e proporre un caffè per veri intenditori

Lo specialty coffee è un prodotto di carattere e privo di difetti, contraddistinto da un sapore genuino che sprigiona tutti gli aromi del chicco. Solo i caffè che si aggiudicano più di 80 punti (su un massimo di 100) alla prova di assaggio da parte di uno specialista vanatano questa etichetta! Un pregio che si traduce in valore aggiunto che, se desideri aprire una caffetteria, dovresti valutare perchè potrebbe portarti più clientela e una fama speciale!

Oggi i palati dei consumatori sono sempre più allenati a riconoscere le differenze tra vari tipi di caffè e, complice anche la diffusione dei caffè in capsula per uso domestico, molte persone hanno sviluppato un gusto personale in materia. Non è certo un mistero, del resto, che i tempi della vecchia moka riempita con una polvere qualsiasi siano ormai finiti.

Proprio per questo aprire una caffetteria e offrire una piccola carta dei caffè, con un paio di opzioni per intenditori, non potrà che incuriosire i “caffeinomani” e attirerà nel tuo locale un target di clientela disposta a spendere ben più del canonico euro per bere un prodotto davvero di qualità. Un’opportunità da non lasciarsi scappare!


Aprire una Ceffetteria: Il ruolo del barista

Se ti sei deciso ad aprire una caffetteria o ad acquistare per il tuo locale un ottimo specialty coffe, prodotto e tostato in ambienti controllati, sappi che questo è solo il primo passo. Il barista, infatti, gioca un ruolo fondamentale: l’inesperienza nella preparazione potrebbe rovinare totalmente il prodotto, rendendo inutile la spesa sostenuta per comprare una materia prima di pregio.

In poche parole, assicurati che il personale del tuo locale sia ben informato sulle corrette procedure di estrazione del caffè. L’acqua, la temperatura, la preparazione del pannello di caffè e il tempo di contatto sono tutti fattori da conoscere e sfruttare a tuo vantaggio per garantire al cliente una degustazione di alto livello.

Con i giusti fornitori e qualche piccolo accorgimento, gli specialty coffee possono portare a un livello superiore non solo i bar ma anche i ristoranti che amano coccolare i propri clienti. Vale davvero la pena di approfondire l’argomento con il tuo fornitore di fiducia: il caffè potrebbe diventare la firma distintiva del tuo locale!

Potrebbe interessarti anche:
Caffè per ristorazione: l’importanza di avere una Carta dei caffè
Caffè per ristoranti: le miscele migliori